Mt (28, 8-15)

[8]Abbandonato in fretta il sepolcro, con timore e gioia grande, le donne corsero a dare l’annunzio ai suoi discepoli. [9]Ed ecco Gesù venne loro incontro dicendo: «Salute a voi». Ed esse, avvicinatesi, gli presero i piedi e lo adorarono. leggi tutto…

Pasqua di Resurrezione

Dal vangelo di Giovanni (20,1-9)

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: “Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!”. Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò.
Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario – che era stato sul suo capo – non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte. Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Infatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti.

leggi tutto…

Au Liban, Mgr Vincenzo Paglia rencontre les réfugiés syriens et irakiens, dans l'attente de partir avec les couloirs humanitaires

Au Liban, Mgr Vincenzo Paglia rencontre les réfugiés syriens et irakiens, dans l’attente de partir avec les couloirs humanitaires

Mons. Vincenzo Paglia, a Beirut per una conferenza all’Università maronita La Sagesse, ha incontrato un gruppo di profughi siriani ed iracheni rifugiati in Libano, in attesa di raggiungere la Francia e l’Italia con i corridoi umanitari.Salutandoli, mons. Paglia ha avuto modo di ripercorrere con loro la storia di amicizia di Sant’Egidio con la Siria, che è […]

Twitter

Une photo sur Flickr

FOCUS