Lc 17,1-6

[1]Disse ancora ai suoi discepoli: «E’ inevitabile che avvengano scandali, ma guai a colui per cui avvengono. [2]E’ meglio per lui che gli sia messa al collo una pietra da mulino e venga gettato nel mare, piuttosto che scandalizzare uno di questi piccoli. leggi tutto…

XXX Domenica del Tempo Ordinario

Dal vangelo di Luca 18,9-14

Disse ancora questa parabola per alcuni che presumevano di esser giusti e disprezzavano gli altri: “Due uomini salirono al tempio a pregare: uno era fariseo e l’altro pubblicano. Il fariseo, stando in piedi, pregava così tra sé: O Dio, ti ringrazio che non sono come gli altri uomini, ladri, ingiusti, adùlteri, e neppure come questo pubblicano. Digiuno due volte la settimana e pago le decime di quanto possiedo. Il pubblicano invece, fermatosi a distanza, non osava nemmeno alzare gli occhi al cielo, ma si batteva il petto dicendo: O Dio, abbi pietà di me peccatore. Io vi dico: questi tornò a casa sua giustificato, a differenza dell’altro, perché chi si esalta sarà umiliato e chi si umilia sarà esaltato”.

“La preghiera dell’umile penetra le nubi, finché non sia arrivata, non si contenta”. leggi tutto…

Congresso internazionale di bioetica a Buenos Aires

Parlando al Congresso Internazionale di Bioetica in corso a Buenos Aires (Universidad Catolica Argentina), mons. Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la Vita ha ribadito che la Chiesa è a favore delle Cure Palliative e della «rivoluzione medica» che queste esprimono e che è ancora «poco attuata». La Pontificia Accademia segue una indicazione specifica […]

Twitter

Une photo sur Flickr

FOCUS