Giovanni (8,51-59)

In verità, in verità io vi dico: se uno osserva la mia parola, non vedrà la morte in eterno». Gli dissero allora i Giudei: «Ora sappiamo che sei indemoniato. Abramo è morto, come anche i profeti, e tu dici: «Se uno osserva la mia parola, non sperimenterà la morte in eterno».

leggi tutto…

Quinta domenica di Quaresima

Dal vangelo di Giovanni (11,1-45)

Era allora malato un certo Lazzaro di Betània, il villaggio di Maria e di Marta sua sorella. Maria era quella che aveva cosparso di olio profumato il Signore e gli aveva asciugato i piedi con i suoi capelli; suo fratello Lazzaro era malato. Le sorelle mandarono dunque a dirgli: “Signore, ecco, il tuo amico è malato”.

All’udire questo, Gesù disse: “Questa malattia non è per la morte, ma per la gloria di Dio, perché per essa il Figlio di Dio venga glorificato”. Gesù voleva molto bene a Marta, a sua sorella e a Lazzaro. Quand’ebbe dunque sentito che era malato, si trattenne due giorni nel luogo dove si trovava. Poi, disse ai discepoli: “Andiamo di nuovo in Giudea!”. I discepoli gli dissero: “Rabbì, poco fa i Giudei cercavano di lapidarti e tu ci vai di nuovo?”.

leggi tutto…

Documento sul Coronavirus, intervista con RaiNews 24

“In questo momento drammatico sono molto importanti anche i gesti, come quello di venerdì scorso in cui il PApa – da solo – aveva davanti il mondo. E ci ha dato una grande speranza” Questa mattina ha consegnato al Papa un documento redatto da 163 accademici dal titolo “Pandemia e fraternità universale”. Che tipo di […]

Twitter

Une photo sur Flickr

FOCUS